fabbro idraulico elettricista pronto intervento

  345/0126000 Fabbro, Idraulico, Elettricista servizio di Pronto Intervento 24h/24 no stop,

anche nei giorni festivi.

Ristrutturazione bagno e detrazioni fiscali

La Ristrutturazione del bagno è un opera edile a cui molte persone dedicano tempo, effettivamente si tratta di uno dei locali che di più valorizza l’immobile(quando è fatto a regola d’arte), dove c’è una sconfinata possibilità di scelta e personalizzazione. Un intervento ben eseguito e a norma è quello che rispetta le regole previste, tra opere in muratura e impianti, con manodopera specializzata e abilitata.

ristrutturazione bagno

ristrutturare bagni

Ed è anche l’unico modo per non rischiare di dover rifare tutto da capo o, addirittura, di dover bloccare i lavori. La Ristrutturazione di un bagno può configurarsi come intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria, nel primo caso quando ci si limita unicamente alla sostituzione di rivestimenti e sanitari o a piccole riparazioni. Quando gli interventi comportano invece modifiche o sostituzione degli impianti, si passa in regime di manutenzione straordinaria.

Leggi anche Pulizia condizionatori e rischi per la salute

La differenza è importante perchè, mentre nel primo caso si puo eseguire l’intervento liberamente, nel secondo sarà necessario affidarsi a un architetto per la presentazione al comune di una Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA). Chi acquista una casa usata, ad esempio, può non avere la disponibilità economica per ristrutturare interamente l’abitazione, ma la Ristrutturazione Bagno si rende indispensabile perchè spesso ci si trova di fronte a sanitari e ceramiche ormai fuori dai parametri igienici e impianti obsoleti da rimettere a norma.

E’ possibile beneficiare delle Detrazioni Fiscali per le ristrutturazioni edilizie, ma solo in alcuni casi, innanzitutto è bene specificare che l’intervento deve essere eseguito su abitazioni o su parti comuni di edifici residenziali, quindi escludiamo uffici, negozi, laboratori ecc. nel caso in cui l’intervento sia semplicemente limitato alla sostituzione della rubinetteria, delle piastrelle o alla tinteggiatura non è prevista alcuna Detrazione Fiscale. Questi lavori si configurano, infatti, come interventi di manutenzione ordinaria.

Qualora questi interventi, come sopra citato, non siano eseguiti all’interno di un abitazione, ma parti comuni di edifici residenziali, rientriamo allora nella possibilità di detrarne tutte le spese. Se i lavori di Ristrutturazione Bagno sono compresi anche il rifacimento dell’impianto idrosanitario, elettrico, lo spostamento di tramezze o altre opere che possono far classificare l’intervento come manutenzione straordinaria, è possibile beneficiare delle Detrazioni Fiscali per le ristrutturazioni edilizie sia che vengano realizzati su abitazioni private che su parti comuni di edifici residenziali.

In questo caso, poiché lo spostamento della tramezza comporta il rifacimento delle piastrelle, anche la spesa sostenuta per rifare le piastrelle può rientrare a pieno titolo nella Detrazione Fiscale. In pratica ci sono alcuni interventi che presi singolarmente(rubinetti, tinteggiatura e ecc) si configurano come manutenzione ordinaria, se i medesimi interventi rientrano in un intervento più ampio come ad esempio il rifacimento degli impianti, possono accedere alle Detrazioni Fiscali in quanto conseguentemente necessari ai lavori agevolati.

La legge di stabilità ha confermato anche per l’anno 2016 la misura del 50% della detrazione, confermando il limite massimo di spesa di 96.000 Euro per unità immobiliare. E’ ora di cambiare il tuo bagno! Fallo subito perchè le Detrazioni Fiscali verranno diminuite a partire da l’anno prossimo, si prevede il 36% con un tetto massimo di 48.000 Euro per unità immobiliare.

Valuta questo servizio